progettiamoci fuori dal web

 

Il bisogno di ripensare a noi ed al nostro ambiente, cioè l’azione di progettarsi, non può -oggi- non considerare gli strumenti che il web ci mette a disposizione ma pur sempre all’esterno di questo, quindi nel modo reale, vive la maggior parte di noi, visto che qualcuno letteralmente “giace” nel mondo virtuale per tutto il suo tempo. Per questo l’invocazione che ci rivolgiamo ed invochiamo è: progettiamoci fuori dal web!

Ecco quindi una breve disamina di molte delle problematiche che ci affliggono in quanto abitanti, utilizzatori di quei particolari edifici che sono le nostre abitazioni, quelle che chiamiamo semplicemente case.

Lo sappiamo tutti, la “nostra” casa ci accoglie ma anche dimostra chi siamo, a noi stessi e agli altri, è l’ennesimo caso, se non il più importante di volontà di (auto)rappresentazione. Qui però i valori in campo sono più alti che negli altri tipici casi, l’automobile, l’abbigliamento e più in generale il mostrarsi. Tutto quello che riguarda le costruzioni costa, infatti, molto di più, dura più a lungo ed è sottoposto a norme ben più severe ed impattanti. Ogni operazioni deve per questo essere ragionata -prima- e -poi- eseguita, meglio se con l’aiuto di validi collaboratori.

Tutto ciò premesso da dove iniziare se non in questo modo:

  1. consultiamo il “vocabolarietto della casa“,
  2. condividiamo le nostre “buone idee“,
  3. facciamo l’upgrade della nostra casa“.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial