spaccato di finestra con buon isolamento termico

 

Le superfici trasparenti dell’involucro (finestre, porte-finestra, vetrate continue, vetromattoni, lucernari, abbaini e simili) sono particolarmente importanti anche dal punto di vista del contenimento dei consumi energetici.

Vero, infatti, che nella maggior parte degli edifici questi componenti hanno superficie ridotta rispetto alla parte opaca ma è altrettanto vero che questi elementi hanno caratteristiche di conducibilità del calore di molto superiori a quelle delle murature, per cui cattivi serramenti, per quanto di ridotta estensione, producono notevoli consumi ed i costi del caso.

Oggi la tecnica di produzione degli infissi ha raggiunto livelli di prestazione straordinari, soprattutto -quanto meno nell’edilizia tradizionale- grazie all’aumento del numero e dello spessore dei vetri e delle camere che li separano, al maggior numero di battute e di guarnizioni tra la parte fissa e quella apribile, ed alle performanti caratteristiche dei materiali. Questo isolamento termico delle finestre ci consente di raggiungere valori di trasmittanza che ritenevamo impensabili fino a poco tempo fa.

Per non svilire il risultato complessivo, anche il collegamento di questi elementi alla struttura deve essere oggetto di attento studio e di perizia costruttiva, e lo stesso deve avvenire per gli elementi di contorno quali soglie, davanzali, stipiti, imbotti, cassonetti, ecc. per cui consigliamo che anche in questo caso l’intervento venga eseguito in modo coordinato.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial