vista lato interno ruota attiva ed indipendente per auto elettrica

 

[seguito di: Le ruote dell’auto elettrica innovativa saranno attive]

 

Continuiamo la descrizione delle caratteristiche delle ruote “evolute” che riteniamo debbano esserci nelle nuove auto elettriche, in aggiunta a quelle già indicate in “Le ruote dell’auto elettrica innovativa saranno evolute” e “Le ruote dell’auto elettrica innovativa saranno attive“:

  • tutte le azioni della ruota sono definite dal computer di bordo e pertanto il conduttore non ha possibilità di agire direttamente come ad esempio accade nelle automobili oggi in uso nelle quali la frenata è data direttamente dalla pressione effettuata sul pedale del freno;
  • ogni ruota sarà munita di strumentazione di misura in tempo reale della velocità di rotazione, dello spostamento verticale e della sua rotazione sull’asse verticale, il tutto per fornire al computer i dati necessari per le varie regolazioni intelligenti;
  • ogni ruota può ruotare intorno all’asse verticale per un angolo che supera i 90 gradi allo scopo di poter eseguire anche azioni che esulano da quelle sopra descritte. Ad esempio per parcheggiare con una operazione automatica sul fianco stradale basterà fermare la vettura di fianco all’area di parcheggio ed il calcolatore, effettuata la rotazione delle ruote di 90 gradi rispetto al verso di marcia, provvederà con un movimento singolo a spostarla lateralmente fino a parcheggiare nella mezzeria dello spazio libero oppure dello spazio segnato dalle righe bianche. Avendo ogni ruota la facoltà di ruotare attorno al suo asse verticale è possibile curvare anche in caso di piccolissimi raggi della curvatura stradale;
  • in casi estremi sarà possibile addirittura fare l’inversione di marcia della vettura facendola ruotare su sé stessa per un angolo di 180 gradi. In tal caso, dopo aver ruotato le quattro ruote di 90 gradi rispetto alla posizione normale, le ruote anteriori avranno un senso di rotazione contrario a quello delle ruote posteriori per poter compiere agevolmente detta inversione a 180 gradi;
  • essendo la vettura munita di sistema di regolazione dell’altezza rispetto al suolo, in caso di necessità di cambiare lo pneumatico, ad esempio a seguito di una foratura, il sistema consentirà di alzare la vettura stessa tramite manovra sulle altre tre ruote rendendo facile l’intera operazione di cambio ruota.

 

[continua in: L’auto elettrica innovativa non ha solo il motore elettrico]

 

autore: Marcello Meneghin

http://altratecnica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial