la modalità di rinforzo dei solai in legno

 

Quando non è possibile lavorare da sotto la procedura da seguire trave per trave è  la seguente: posizionato lungo una di esse l’asse di rinforzo in legno della sezione di circa mm 350 x 35 e destinata a costituire l’ala del T, si interporrà tra pavimento e asse stessa ed in corrispondenza della mezzeria della luce libera, un listello in legno di spessore adeguato alla flessione preventiva che si è deciso di dare alla trave, ad esempio tre/dieci cm. Quindi si passa a fissare l’asse alla sottostante trave non più usando chiodi ma invece robuste viti da legno della lunghezza di 18-25 cm ed atte ad attuare la trazione della trave anche grazie alla rondella del diametro di almeno tre cm di cui sono munite.

L’infissione delle viti sarà fatta in due fasi distinte. La prima consiste nell’ancoraggio a pavimento delle due estremità dell’asse da effettuarsi con la messa in opera di sole quattro viti (due per ciascuna estremità) avvitate con forza fino a provocare la flessione dell’asse stessa essendo la sua parte mediana sollevata per la presenza del listello di legno.

 

continua in: L’azione esercitata nel rinforzo dei solai in legno mediante precompressione

 

autore: Marcello Meneghin

www.altratecnica.it

www.tuttoacquedotti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial