cerchiamo un tecnico

 

L’era del fai-da-te è terminata da tempo. Qualcuno si diletta ancora ma la complessità è tale che la probabilità di fare male è elevatissima.

Non c’è alternativa, dobbiamo appoggiarci a specialisti, perché lo chiede la legge e perché è conveniente. Se cerchiamo un tecnico, e ne scegliamo uno di capace, l’apporto che ci fornirà sarà tale da comportare un netto miglioramento della qualità del lavoro da svolgere e sicuramente anche un risparmio tale da giustificare la spesa sostenuta.

Nel caso non sia così quasi sicuramente non siamo incappati in una persona di valore, magari abbiamo apparentemente risparmiato, perché abbiamo soddisfatto l’adempimento di legge con la minor spesa, ma in realtà se avessimo acquisito un lavoro degno di tale nome avremmo sì speso subito qualcosa in più ma ne avrebbe giovato l’intera operazione. Si pensi, ad esempio, ad un impianto di riscaldamento mal progettato e che quindi spreca combustibile: meglio aver risparmiato la differenza sul costo del professionista (assai bassa) oppure sulle spese di gestione sull’intera vita dell’impianto (molto onerose)?

Vero che il mondo va quasi tutto in questa seconda direzione però alcuni si comportano diversamente, pongono domande, acquisiscono risposte, evitano gli incompetenti, mettono i tecnici in grado di lavorare e ottengono il meglio, compatibilmente con le risorse a disposizione.

Tra i tecnici di cui più probabilmente potremmo aver bisogno vi sono:

  1. il geologo, che verifichi le caratteristiche del terreno e stabilisca cosa possiamo fare,
  2. il topografo, tecnico specializzato nel rilievo dei terreni, il cui lavoro ci consente di conoscerne l’effettiva consistenza,
  3. il termotecnico, che verifichi l’isolamento dell’involucro e progetti l’impianto di climatizzazione,
  4. l’elettrotecnico, che pensa e stabilisce come devono essere fatti gli impianti elettrici che alimentano gli apparecchi,
  5. il direttore dei lavori, che supervisiona l’andamento dell’esecuzione delle opere,
  6. il collaudatore, che in contraddittorio con progettista, direttore dei lavori ed impresa esecutrice, controlla e certifica le strutture realizzate,
  7. il responsabile dei lavori, che gestisce dal punto di vista della sicurezza l’intero processo realizzativo.
  8. il coordinatore per la sicurezza, deputato alla progettazione e controllo di tutti gli aspetti a tutela della salute,
  9. il certificatore energetico, che attesta la bontà di quanto viene fatto dal punto di vista dei consumi,
  10. il consulente, cioè l’esperto del singolo campo, quello che apporta le competenze specifiche.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial