cerchiamo un collaudatore

 

Il collaudatore è quella figura che controlla l’operato di chi agisce in cantiere ma entra pure nel merito della progettazione che gli sta a monte.

L’incarico può riguardare l’intero iter -in questo caso si parla di collaudo in corso d’opera– oppure ad opere terminate ma distinguiamo anche tra collaudo statico, collaudo amministrativo e collaudo dell’impianto, con ovvio riferimento alla natura delle verifiche.

Diverse sono le competenze dei collaudatori ma una cosa devono avere in comune: la terzietà della persona che per assumere tale ruolo non può avere rapporti di alcun tipo con nessuna delle figure coinvolte nel processo realizzativo per motivi ovvi.

Come in altri casi pure in questo si tratta di una forma di ulteriore controllo che il legislatore richiede in modo tassativo ponendola a carico di chi costruisce o ristruttura, facendogli così assumere l’aspetto dell’ennesimo balzello, ritenuto da molti più o meno inutile -visto che l’impresa che realizza agisce sotto il controllo del direttore dei lavori– ma di sicuro costoso -visto che non si può non retribuire la professionalità e l’impegno richiesto ma anche la responsabilità che si acquisisce contestualmente all’incarico.

E di nuovo la cosa più ragionevole è far sì che l’obbligo si trasformi in aumento della qualità del costruito, per questo cerchiamo un collaudatore!

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial