chiediamo il certificato di destinazione urbanistica

 

A volte necessitiamo del Certificato di Destinazione Urbanistica, abbreviato in CDU. Si tratta di un’attestazione rilasciata dal Comune tramite il proprio ufficio tecnico volta a certificare le previsioni urbanistiche sull’area.

Vi sono norme che hanno prescritto l’obbligo di allegare tale documento ai rogiti notarili ma pure in altre occasioni può essere opportuno sapere in modo inequivocabile se un terreno è o meno edificabile, e se si quanto e come è possibile farlo, se sono presenti vincoli, e nel caso di quale natura e gravame, ma anche se vi sono in previsione espropri.

In questi casi il cittadino chiede il rilascio al comune, utilizzando gli appositi moduli e corrispondendo i diritti del caso, oltre alla bollatura di domanda e certificato, esenti solo in particolari casi quali le successioni.

Alcuni comuni riportano semplicemente la destinazione di zona prevista nello strumento urbanistico vigente, compresi quelli eventualmente adottati, per i quali è in corso l’iter di approvazione, motivo per cui sono di fatto vigenti le norme dei due piani. Altri invece allegano copia dell’estratto di mappa, cioè della grafica del piano, altri aggiungono pure le parti salienti della normativa specifica vigente sull’area.

In ogni caso la consultazione online dei piani consente di ricostruire l’intero insieme di norme, aspetto della massima importanza pure per chi non ha intenzione di costruire ma semplicemente possiede dei terreni. La destinazione di questi, infatti, potrebbe essere cambiata nel tempo rendendoli non solo di valore diverso ma anche soggetti a tassazione variata, con tutto ciò che questo comporta: chiediamo la Certificazione di Destinazione Urbanistica!

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial