chiediamo il Permesso di Costruire

 

L’attività edilizia è normata, ogni intervento perciò dovrebbe sottostare alle prescrizioni di legge. Queste prevedono che per la costruzione degli edifici si debba ottenere preventivamente un titolo che lo consenta. Nel tempo perciò si è parlato di Nulla Osta, di Licenza edilizia, Autorizzazione edilizia, Concessione edilizia, ora invece chiediamo il Permesso di Costruire.

In sostanza il proprietario deve chiedere al Comune il rilascio del suddetto permesso, ovviamente spiegando ciò che intende fare. Per questo devono essere prodotti tutti i documenti tecnici e grafici che illustrino la proposta e ne spieghino la conformità, cioè il rispetto di tutte le norme in materia. Una volta ricevuta la domanda il Comune ne farà listruttoria, tramite il proprio ufficio tecnico, ne verificherà i contenuti, la farà eventualmente esaminare dalla Commissione edilizia, organo che ne giudica l’aspetto e l’inserimento nel contesto, e provvederà -se nulla osta-al rilascio di quanto richiesto.

Ovvio che in presenza di particolari forme di tutela si dovrà ottenere pure il benestare degli enti preposti al rispetto degli aspetti specifici, dal paesaggio alla prevenzione incendi, dalla viabilità alla salubrità, e così via.

Tutto molto lineare, no? Spesso purtroppo no. Ne abbiamo visto di tutti i colori e sentite altrettante. Vero che può essere difficile parlare con obiettività del proprio operato ma è indiscutibile che vi siano stati episodi eclatanti che dimostrano evidenti lacune nell’intera procedura. Basta pensare all’operato delle commissioni edilizie, che hanno fatto spesso il bello ed il brutto tempo seguendo spesso criteri “poco chiari” ed a volte, pur sei in buona fede, con esiti dimostratisi nel tempo disastrosi. Prendiamo l’esempio di Venezia, dove si è conservato molto ma si è lasciato modificare troppo e consentito la costruzione di opere modeste bocciando senza appello opere dei più grandi architetti del tempo: Le Corbusier, Kahn e Wright.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial