installiamo nella nostra casa un impianto termico a ventilconvettori

L’impianto termico a ventilconvettori funziona mediante il prelievo di aria dall’ambiente, questa viene forzata contro una batteria per lo scambio termico, ove è presente del fluido opportunamente trattato, in modo da innalzare o abbassare la temperatura degli spazi in cui ci troviamo.

Al di là della fredda spiegazione queste apparecchiature consentono, al contrario di altri sistemi, sia il riscaldamento che il raffreddamento, combinato con la deumidificazione, il che li rende opportunità molto vantaggiose, specie se consideriamo che in tutti i casi si ha una notevole velocità nell’ottenimento del risultato, probabilmente senza uguali.

Non si deve però nascondere una certa rumorosità (non elevata, ma altri impianti ne sono sprovvisti e può comunque essere fastidiosa), una forte direzionalità (motivo per cui nel posizionamento deve essere considerato che nelle immediate vicinanze non si dovrebbero avere posizioni fisse di lavoro, sosta o simili) e soprattutto il movimento dell’aria (che trasporta la polvere -e non solo- con tutti gli effetti che ciò comporta).

Si tratta di una tipologia di impianto sicuramente da valutare e da utilizzare in specifici casi, è perciò consigliato, peraltro come sempre, di avvalersi di progettisti termotecnici e di installatori specializzati per verificare quale sia l’impianto adatto alle diverse esigenze e naturalmente procedere di seguito alla specifica progettazione ed alla installazione a perfetta regola d’arte!

 

autore: Massimo Meneghin

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial