elettrifichiamo la nostra casa

 

Nei nostri edifici sono presenti un numero in continuo aumento di apparecchi a funzionamento elettrico, collegati perciò ad impianti per la distribuzione dell’elettricità, a loro volta connessi alla rete di distribuzione, se non sono loro stessi a produrla.

Sia gli apparecchi che gli impianti sono sempre più complessi, in modo da fornirci un numero maggiore e sempre più evoluto di servizi in ogni punto delle nostre case. Tra i più comuni ricordiamo:

  1. forza motrice,
  2. illuminazione,
  3. citofono,
  4. audio,
  5. video,
  6. telefonia,
  7. trasmissione dati,
  8. allarme anti-intrusione,
  9. telecontrollo,
  10. fotovoltaico,
  11. domotica.

Ogni tipo di impianto ha naturalmente la propria specificità e le relative problematiche, è perciò della massima importanza la valutazione preventiva dei bisogni da soddisfare, anche in riferimento non solo alle esigenze odierne ma a quelle del prossimo futuro, ormai alle porte. A tutto ciò dovrà far seguito la corretta progettazione -prima- e -a seguire- l’installazione di un impianto ben dimensionato, ove sia presente tutto ciò che serve (e servirà) senza nulla di superfluo, con funzionamento (e costi di esercizio) ottimizzati.

Il tutto deve terminare sempre e comunque con il rilascio del certificato di conformità dell’impianto, atto formale che sancisce la regolarità dell’installazione e -soprattutto- la sicurezza nell’uso, solo a questo punto possiamo affermare di aver soddisfatto i requisiti che ci eravamo posti quando dentro di noi ci dicevamo: elettrifichiamo la nostra casa.

 

autore: Massimo Meneghin

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial