rifiniamo la nostra casa con il rivestimento

 

Le strutture dei nostri edifici vengono rivestite, dentro e fuori, in modi assai diversi a seconda degli specifici scopi ma anche del gusto di chi utilizza questi spazi.

Lo scopo dell’operazione è duplice, da una parte la protezione (ad esempio dalle intemperie), e quindi un motivo fortemente legato a funzione, durata e utilità, dall’altra -all’opposto- la volontà di perseguire un’immagine ritenuta di pregio, perché “piace”, è di moda oppure comunica qualcosa di chi possiede l’edificio (l’esempio in questo caso è l’utilizzo di materiali costosi…)

Se il più classico è l’intonaco, con tutta la gamma che dal grezzo passa al fine, è possibile pure utilizzare materiali lapidei o ceramici, per motivi decorativi e funzionali, come nei bagni e nelle cucine, vani in cui si deve garantire l’impermeabilità, oppure il legno, per riprendere e magari rileggere la tradizione delle boiserie, ma anche il cartongesso, con le sue caratteristiche di isolamento termico ed acustico, o altro.

Le alternative sono numericamente infinite, l’importante è però non limitarsi a giudizi sommari o legati alla volontà di ripetere quanto intravisto in pubblicazioni del settore o nelle pubblicità dei produttori ma di spingere le nostre decisioni verso l’esame di tutti gli aspetti. Si tratta, infatti, di componenti delicati, sia funzionalmente che decorativamente. Non tutti i materiali sono accoppiabili così come troppe volte vengono proposti rivestimenti assolutamente fuori luogo, tanto da risultare semplicemente ridicoli!

 

autore: Massimo Meneghin

Un pensiero su “Rifiniamo la nostra casa con il rivestimento

  • novembre 26, 2017 alle 10:30 am
    Permalink

    Io ricordo il dopoguerra quando si usava rivestire tutte le case nuove del non meglio precisato graffiato composto da leganti acrilici e sabbie di quarzo. Un prodotto di grandissimo effetto per quanto riguarda l’estetica ma che bloccava completamente le possibilità di traspirazione della muratura con tutti i gravi danni che ne sono seguiti.
    Oggi sono molti i prodotti che si possono usare e ritengo essenziale farne una cernita accurata. Oltre che ridicoli possono essere anche dannosi!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial