gli adempimenti da soddisfare sono in aumentio!

 

Ogni attività, ed in particolare nel mondo delle costruzioni, è soggetta ad adempimenti burocratici. A volte semplici ed a volte complessi ma in ogni caso da soddisfare, visto che il non riuscire ad acquisire i permessi o le certificazioni del caso impedisce l’esercizio dell’attività prevista, sia questa la costruzione di un fabbricato o la modifica di un manufatto esistente ma anche il semplice abitare o utilizzare un immobile, fino alla dichiarazione di nullità degli atti di compravendita, con tutte le conseguenze del caso.

E’ nota l’incredibile quantità di energie che devono essere dedicate al soddisfacimento di adempimenti burocratici: diverso è -ad esempio- progettare dall’ottenere il permesso di costruire, così come non sono la stessa cosa costruire e installare rispetto al redigere documenti per la sicurezza e/o la certificazione, e così via. Per questi motivi non vi è alternativa all’espletamento di tutto ciò che serve a soddisfare gli obblighi che siamo chiamati a rispettare, appunto gli adempimenti, che naturalmente sono di moltissimi tipi:

  1. edilizi (per l’acquisizione dei titoli che legittimano la costruzione o modifica dei fabbricati),
  2. strutturali (dato che la documentazione sulla statica deve essere depositata presso gli enti competenti),
  3. impiantistici (per cui vale quanto appena scritto sulle strutture e sono garanzia di sicurezza),
  4. fiscali (per rispettare i numerosi obblighi tributari che ci vengono imposti),
  5. peritali (utili molto spesso ma necessari in tribunale o in altre simili occasioni),
  6. energetici (necessari per la sicurezza degli impianti ma anche per ottenere i benefici fiscali),
  7. prevenzione incendi (il cui solo nome ce ne illustra l’importanza ed i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti),
  8. sicurezza nei cantieri (per fare prevenzione ed impedire i verificarsi di incidenti con il relativo accollo di responsabilità),
  9. direzione dei lavori (con tutti gli adempimenti necessari all’apertura del cantiere).

e via dicendo.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial