il responsabile della sicurezza coordina la prevenzione

 

A tutela della sicurezza del lavoro nei cantieri temporanei e mobili sono state emanate norme assai severe che pongono a carico dei committenti precisi obblighi, sanzionati pesantemente in caso di mancato rispetto, con conseguenze sia in ambito civile che penale.

La principale è la nomina del Responsabile dei Lavori, figura preposta alla gestione del processo costruttivo dal punto di vista della sicurezza. Sarà compito di questo, infatti, valutare la tipologia e l’entità delle opere da realizzare ed in funzione di ciò provvedere ad incaricare il Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed il Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione, oppure ad eseguire quanto di competenza in prima persona, se possiede i requisiti per farlo, oltre ad altre verifiche su chi materialmente si trova ad operare in cantiere.

Il committente che desideri operare nel rispetto delle vigenti leggi -ma soprattutto porsi al riparo dalle conseguenze tutt’altro che improbabili in caso di mancato adempimento- non potrà che affidarsi a personale competente nominando il Responsabile dei lavori, che agisca nel rispetto delle norme e lo sollevi dalle responsabilità nelle quali si finisce inevitabilmente coinvolti.

E’ ormai noto, infatti, come l’attività di prevenzione sia assai diffusa, per cui le sanzioni, piuttosto salate, sono quotidiane ma quel che ha maggiore rilevanza è il fatto che quando si verificano incidenti in cantiere le spese -di ogni tipo, indennizzi compresi- vengono scaricate su qualcuno, il che ci deve far riflettere!

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial