la consulenza legale è utile per dirimere le questioni normative

 

Nulla di nuovo nel sottolineare la complessità, altrettanto se si riferisce che -volenti o nolenti- il più alto grado di astrusità si ha nel mondo legale. Le norme, che peraltro ci siamo dati, non ci sono state -almeno in teoria- imposte, molto spesso sono di difficile comprensione ed ancor meno facile applicazione. Per questo il mondo contemporaneo richiede l’affiancamento di esperti nei vari settori, nessuno, infatti, può essere in grado di gestire in prima persona l’intero processo, men che meno quello costruttivo, tenendo sotto controllo tutti gli aspetti: chi può ritenere di essere capace di stabilire cosa fare, come farlo e quanto costa essendo certo di rispettare tutte le norme?

Non resta che appoggiarsi a professionisti di ogni settore, quanto meno per gli aspetti in cui siamo meno competenti: nel campo che qui più interessa -i settori costruttivo ed industriale con il loro mare di leggi- la consulenza legale può andare dal semplice consiglio su un problema specifico (piccolo o grande che sia) alla vera e propria assistenza sull’intero processo.

Una efficiente ed efficace consulenza che metta in relazione gli aspetti tecnici con quelli legali può rivelarsi determinante per il buon esito della maggior parte delle operazioni, per questo ci permettiamo di consigliarla fin dalle fasi preliminari (così da evitare di intraprendere iniziative prive delle necessarie basi e quindi destinate a fallire) e di utilizzarla in modo continuativo (in modo da verificare l’eseguito nel suo farsi ed orientare le fasi successive fino al completamento). Solo così facendo potremo usufruire di un servizio mirato e tarato sulle nostre necessità, senza aumento dell’organico.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial