lo studio di fattibilità ci consente di conoscere preventivamente ciò che è possibile!

 

Ogni operazione immobiliare, ed in particolare quelle di una certa importanza, dovrebbe essere preceduta dalla verifica della effettiva realizzabilità, ovviamente tramite uno specifico studio di fattibilità, approfondito secondo la specificità del caso.

Questo tipo di elaborato consiste nelle analisi preliminari volte alla comprensione delle specifiche problematiche in relazione a quello che si vorrebbe fare. Lo scopo è naturalmente l’individuazione degli eventuali ostacoli alla concretizzazione ed anche le condizioni cui il processo costruttivo deve soggiacere, dalle limitazioni normative a quelle del contesto, dalle caratteristiche fisiche di terreni e/o fabbricati a quello della effettiva realizzabilità, dai costi ai tempi necessari e così via.

Già questa stringata descrizione mette in evidenza come questo tipo di studio è capace di far sì che il committente sia davvero in condizione di valutare, preventivamente, cioè prima ancora di progettare davvero, quelli che sono i pro ed i contro dell’operazione e quindi decidere se proseguire o meno nell’affinamento: meglio sostenere un modesto costo iniziale ed eventualmente abbandonare l’operazione o spostarsi su altri obiettivi piuttosto che scoprire alla fine come i nostri bisogni non siano stati soddisfatti, malgrado il tempo dedicato e le energie spese, oppure che il risultato non ha prodotto quanto sperato, quantificato a suo tempo solo a sensazione!

Se gli aspetti da valutare sono molti, di altrettante figure specializzate abbiamo bisogno per cui un team interdisciplinare e ben coordinato può dare un concreto aiuto e mettere davvero in condizione di decidere sul da farsi.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial