attivi sui social network

Essere in rete con un sito non basta.

Avere una vetrina, anche molto bella, è importante ma non e’ sufficiente. Del resto come potrebbe esserlo, ad esempio -e non a caso- se nessuno la vede? Nel mondo reale potremmo organizzare degli eventi e richiamare cosi i possibili clienti ma nel mondo virtuale? Semplice ed ovvio, ci sono i social network, altrettanto se non più importanti del sito stesso.

E’ qui, infatti, che avviene l’interazione… con il mondo, ovviamente.

Il tutto a patto che si tratti di materiali di qualità, gli scarti come è giusto che sia, non li vuole nessuno, e che ci sia vera interazione.

Non è ovvio e nemmeno banale sottolinearlo: aprire una pagina statica su uno o più social network è come avere uno o più siti statici, specie se i contenuti sono gli stessi, sia sui vari social che sul sito principale. Vero che ripetita iuvant però, lo dice la parola stessa, “statici qui” e “statici lì” non si può che restare immobili!

E quindi? Non resta che, se davvero vogliamo sfruttare questi mezzi, dedicarci del tempo, direttamente o per interposta persona. La soluzione non può essere dedicare i ritagli del tempo che non abbiamo o scaricare la cosa su uno stagista, che per definizione non sa nemmeno di cosa stiamo parlando.

Se abbiamo in azienda qualcuno all’altezza e che possa davvero impegnarsi ben venga, altrimenti non resta che aumentare l’organico o ricorrere all’outsourcing, affidare all’esterno questo compito, mettendo in atto le migliori strategie per la comunicazione dei valori aziendali sui vari e specifici social network, ognuno da considerare nel modo opportuno: facebook, twitter, linkedin, pinterest, instagram.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial