usiamo i manuali gratuiti di Docfa

Le denunce catastali dei fabbricati devono essere obbligatoriamente redatte usando il software denominato Docfa.

Sono anni che non compiliamo più i moduli a mano e che non proviamo la consegna “manuale” della pratica ma che consegniamo, anche telematicamente, un file che contiene tutto.

Quale quindi il nostro problema? Non certo la redazione della documentazione, sia quella grafica che quella testuale, ma l’interazione con la banca dati catastale. Il nostro file, infatti, viene letto dal sistema che ne verifica la forma, il che non è certo complesso, ma soprattutto la coerenza con quanto già presente negli archivi, cosa che invece può essere assai complessa, per non dire di più.

Palese come un compendio di norme e principi da rispettare non può che esserci più che utile, se non necessario, motivo per cui l’Agenzia Entrate insieme al software ed agli archivi operativi ci mette a disposizione la guida operativa: il manuale del Docfa.

Se vogliamo non è un vero e proprio testo, quanto meno nell’aspetto, ma poco più che un dattiloscritto -tanto che è disponibile i formato Word- con alcune immagini. Quello che ci interessa non è però la forma ma i contenuti, che non mancano. Motivo per cui è altamente consigliabile scaricare questo file dal sito specifico.

 

autore: Massimo Meneghin

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial