usiamo i manuali gratuiti di pratica

 

Uno dei campi di maggior successo per la manualistica è naturalmente quello relativo alla pratica, all’esecuzione. Il saper fare che un tempo veniva tramandato oralmente è codificato, scritto e trasmesso con testo e immagini, questo è lo scopo dei manuali pratici.

Da quando l’editoria ha cominciato ad operare sono iniziati a circolare manuali di ogni tipo. Potremmo ironizzare sul mitico “Manuale delle giovani marmotte“, ad uso dei paperini-boyscout in cui vi era risposta ad ogni problema, e salire fino alla effettiva trasmissione di sapere per chi vuole far da solo, non sapendo molto sull’argomento, per passare alla messa in condizione di operare su tecnologie nuove o modificate fino al prescrivere il modo di operare per ottenere i risultati che un prodotto può dare.

Quando tutto cambia, come avviene oggi, il sapere di ieri, che era assai ridotto e soprattutto stabile, non è più sufficiente, a meno di voler fare –e riuscirci– l’eremita. Vi sono molte persone che abbandonano tutto per ritirarsi a fare gli agricoltori o gli artigiani, nel senso che in passato si dava a questo termine, per gli altri non c’è alternativa, me compreso, ci dobbiamo confrontare con l’enorme quantità di nozioni necessarie ogni giorno per fare –correttamente- ogni cosa.

In  nostro aiuto vengono proprio i manuali, fortunatamente in molti casi ve ne sono di gratuiti e comunque di qualità. Impossibile ignorarli, anzi la cosa deve essere premiata dandone diffusione.

In attesa di ulteriori inserimenti, sono ad oggi presenti:

  1. isolamento a cappotto.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial