usiamo i manuali gratuiti di progettazione

 

La teoria per definizione si distingue dalla pratica, anzi lo diventa tramite la progettazione.

Non fare ma pensare, mettere in fila elenchi di parole –ma non solo- sotto forma di ragionamenti e nozioni, da diffondere previa loro codifica e soprattutto stabilizzazione, dove se non nei libri, ieri, e su internet, oggi?

I testi, cartacei o su supporto informatico, costano, ed è giusto che sia così. Il grosso lavoro svolto da autori ed editori deve essere riconosciuto. Vi sono però alcune eccezioni, naturalmente legate alla rete, assolutamente interessanti. Per i contenuti ma pure per il modo, il cui impatto non è chiaro, quanto meno a chi scrive.

Internet ci consente molto di assolutamente gratuito, non solo post ed articoletti scritti da dilettanti in cerca di gloria ma pure interi testi che nulla hanno da invidiare a quelli che possiamo trovare in commercio.

Alcuni casi sono diventati leggendari, ovvio il riferimento a Wikipedia, l’enciclopedia gratuita fatta e modificata dagli utenti, che ha di fatto soppiantato molti degli analoghi testi tradizionali, grazie anche alla ricchezza di materiali di ogni tipo –ad esempio i filmati- all’aggiornamento continuo ed alle possibilità di consultazione incrociata, grazie agli arcinoti ipertesti, ma non mancano ottimi manuali di progettazione.

Utilissimi sono pure vocabolari, dizionari, traduttori ma vi sono pure testi di ogni tipo, davvero interessanti, spesso scritti da persone che non hanno accesso ai tradizionali canali o addirittura che ne sono ostacolati perché introducono innovazioni che a qualcuno danno fastidio…

Un ottimo esempio è:

  1. la tecnica acquedottistica.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial