usiamo i disegni gratuiti in Revit City

 

Il BIM, sigla di Building Information Modeling, si basa sull’uso di oggetti parametrici da adattare all’uso specifico. Quale -perciò- migliore esempio di sfruttamento delle banche dati? Vero che potremmo far tutto da soli ma perché non sfruttare il lavoro altrui e magari rendere disponibile il nostro? Non credo difficile da comprendere la differenza tra quello che può fare ognuno di noi, con le proprie capacità e mezzi, e cosa può mettere a disposizione il produttore del componente edilizio che dobbiamo disegnare…

La rete ci offre tra le varie raccolte di disegni, ma meglio sarebbe chiamarle famigliedi oggetti pronti all’uso, tra questi impossibile non segnalare il sito Revit City, davvero degno di nota.

Già dalla home possiamo notare le sezioni presenti, una più utile dell’altra:

  1. l’introduzione (con le ultime aggiunte),
  2. i forum di discussione (comprese le comunity cui si può partecipare),
  3. i downloads (ricchissimo elenco di file),
  4. le gallerie (migliaia di esempi di lavori effettuati),
  5. le notizie e gli articoli (compresi quelli provenienti dall’industria),
  6. le risorse (contenenti l’elenco di applicazioni di terze parti, le e-zine, i forum e le comunity ritenute più interessanti),
  7. le opportunità di lavoro,
  8. la raccolta delle risposte alle domande più frequenti,
  9. un motore di ricerca interno.

Una semplice e breve registrazione consente di scaricare moltissimi oggetti, raccolti per gruppi omogenei e naturalmente accedere pure alle altre sezioni del sito.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial