usiamo i programmi gratuiti per fare i pdf

L’acronimo pdf riassume il concetto di Portable Document Format, un tipo di file indipendente dall’hardware e dal software, e come tale capace di superare queste barriere. La bontà dell’idea e del suo sviluppo concreto, insieme alla messa a disposizione in modo gratuito di siti da cui scaricare i programmi capaci di leggere questi file ne ha decretato il successo planetario.

Molti programmi già integrano il modulo per l’esportazione secondo questa modalità. In altri termini a sessione completata non avremo più, o meglio avremo anche, un file nel formato anzidetto, pertanto leggibile da ogni apparecchiatura, anche quelle in cui non è installato il software che abbiamo utilizzato per la redazione.

Non è poco, ma se il pc e i programmi che utilizziamo non ci danno la possibilità di salvare o esportare così? Naturalmente ci vengono in aiuto moduli aggiuntivi, anche questi scaricabili dalla rete in modo libero e gratuito e che a tutti gli effetti funzionano come una stampante virtuale. Il che, più semplice a farsi che a dirsi, significa che dovendo stampare anziché farlo su carta tramite una stampante vera e propria sceglieremo di utilizzare questo programma, che pertanto apparirà nell’elenco delle stampanti installate, e genererà il file desiderato, del tipo e formato che vogliamo, indipendentemente dal file sorgente.

I programmi non mancano, sono molto simili tra loro e tutti hanno le fondamentali funzioni, non resta che installarne uno, cercando su un motore di ricerca pdf writer.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial