usiamo i programmi gratuiti antimalware

 

Con il termine malware si intende ogni forma di programma insidioso, compresi quelli che spesso sfuggono ai programmi antivirus, volti alla protezione di alcuni tipi di attività malevoli.

La conseguenza è che ci serve un ulteriore tipo di protezione, specifica, sono i programmi antimalware. Ve ne sono, come tutto in rete, anche di gratuiti, bene e meno bene funzionanti. Un ottimo esempio è MalwareByte, da lanciare affinché scansioni il nostro hard-disk e lo pulisca da tutti quei piccoli programmini assai fastidiosi.

Nessuna complessità, nessuna istruzione da apprendere semmai il ragionamento deve interessarsi di altro. Se il problema è vero, molto meno autentiche sono le soluzioni proposte, quelle che ci vengono indicate in molti siti e che nascondono insidie peggiori del male da cui dicono di proteggerci.

Il classico specchietto è quello dell’invito a scaricare un programma per la pulizia dai malware o per l’aumento della velocità del pc, essendo gratuito la voglia di provarlo non manca, del resto non costa… Peccato che in questo modo, spesso, anche se non sempre, siamo proprio noi ad installare quello che vogliamo combattere, naturalmente specificando al sistema operativo, che ci chiede conferma del volerlo fare, che effettivamente è quello che vogliamo: farci del male!

Buona norma perciò è quella di raccogliere informazioni sulla bontà del software che installiamo, e nel dubbio astenerci.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial