usiamo i programmi gratuiti per la dichiarazione dei redditi

 

Quando si avvicina l’estate scattano gli obblighi fiscali, tutti coloro che percepiscono redditi diversi da quelli da lavoro dipendente o pensione devono provvedere alla relativa dichiarazione dei redditi.

La maggior parte si appoggia ai commercialisti o ai centri di assistenza fiscale, questo però non è un obbligo mentre lo è utilizzare moduli e procedure per l’inoltro telematico. Per questo l’Agenzia Entrate mette a disposizione quanto serve, comodamente scaricabile dal sito, dove è possibile reperire:

  1. i modelli (e le relative istruzioni),
  2. il software.

Sottolineato e ribadito che non basta avere dimestichezza con il pc per riuscire a compilare correttamente quanto richiesto, si ricorda che per l’invio si devono possedere pure le credenziali del caso, per cui in ogni caso ci si deve muovere per tempo, anche perché a volte sono state riscontrate anomalie nella procedura il che -poco importa se a causa delle nostre macchine o dei programmi forniti- di fatto impedisce il completamento dell’iter.

Questo può ritenersi del tutto definito solo dopo che avremo acquisito, sempre telematicamente, la ricevuta che formalmente ci dichiara l’assolvimento dell’obbligo, dopo che i moduli installati sul nostro pc abbiano effettuato i giusti controlli e che le analoghe apparecchiature dell’amministrazione finanziaria abbiano fatto altrettanto ed ottenuto il medesimo risultato.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial