usiamo i programmi gratuiti per il codice fiscale

 

Ognuno di noi italiani, ma anche gli stranieri qui residenti, siamo identificati in modo univoco da un codice alfanumerico che prende il nome di codice fiscale.

Comico il vederlo attribuito al neonato, di cui appena si registra nome e nascita avviene l’attribuzione di questo dato, quasi gli si volesse da subito far pagare le tasse e scaricargli la sua quota del debito pubblico, tanto per accoglierlo nel migliore dei modi e naturalmente fargli capire dov’è arrivato…

Noi vecchi ricordiamo invece le code negli uffici che dovevano calcolarlo e darci il tesserino con il dato misterioso, composta dalle prime tre consonanti di nome e cognome, i dati di nascita codificati in modo diverso a seconda del sesso ed un numero finale di controllo, per evitare, o almeno ridurre, gli errori.

Spesso questo dato ci manca e ne abbiamo bisogno, perché lo dobbiamo indicare in qualche modulo. Che fare in questi casi? Per il calcolo del codice fiscale  potremmo procurarci il principio della codificazione ed applicarlo, meglio ancora utilizzare un software, che rende tutto più semplice e rapido. Naturalmente non mancano i software, anche liberi, e pure le app da usare con lo smartphone, gratuite anch’esse, e pure i servizi on line, basta porre il quesito ad un motore di ricerca.

Non dimentichi però che in caso di omonimia l’amministrazione identifica le diverse persone in modo distinto, forzando il principio, cosa che il software non può fare…

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial