usiamo i programmi gratuiti per organizzarsi

 

Lavorare con il pc è vantaggioso, forse non nei confronti dei nostri concorrenti, che sicuramente fanno altrettanto, ma del tempo che non perdiamo inutilmente. Il nuovo verbo, a costo di sembrare quelli che ripropongono i vecchi miti, potrebbe essere: usiamo i programmi per organizzarsi e quindi lavorare meglio.

Con questi strumenti si può fare molto ma si potrebbe fare di più e di meglio se siamo “organizzati”, se cioè ci siamo dati un minimo di ordine -mentale e dell’elaboratore- ed abbiamo a disposizione, quindi pronti all’uso, non solo i programmi che ci aiutano in quella che è la nostra attività vera e propria ma quegli altri che gestiscono per noi tutte quelle che fanno da corollario. Queste, infatti e specie oggi, sono sì secondarie ma sono di un tale numero che il non riuscire a governarle è tale da costringerci all’immobilismo.

Che si tratti del ripetersi dell’introduzione ottocentesca di quegli oggetti che hanno invaso -dopo duecento anni- la nostra vita? In tal coso che dire dei molti di noi che oggi oppongono la stessa resistenza all’evoluzione di quegli stessi strumenti, ovviamente lamentandosi di non riuscire ad avere tempo per fare tutto quello che il lavoro richiede e tanto meno per sè?

Personalmente utilizzo molti di questi software, ne sono entusiasta e sono sempre alla ricerca di novità:

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial