usiamo i programmi gratuiti per gli appunti

 

Chi non prende appunti? Dal numero di telefono dettato o visto da qualche parte alla lista della spesa ma anche la sistematica messa su carta di quanto sentiamo o comunque dobbiamo ricordare o riprendere più avanti nel tempo e… rischiamo di dimenticare.

Anche in questo caso le nostre potenti macchine informatiche, se dotate dei giusti programmi applicativi, ci sono di aiuto notevole, molto più dei vecchi sistemi. Soprattutto quando i materiali che dobbiamo appuntare sono molti, magari frutto della navigazione in internet, pertanto ricchissimi, pieni zeppi di testi e immagini, che magari dobbiamo rielaborare.

Cosa fare in questi casi? Stampiamo tutto e se ci servono i contenuti ribattiamo i testi e fotografiamo le immagini? Per questo motivo sono stati scritti programmi per gli appunti semplicemente straordinari, il cui uso è semplicissimo, molto di più della spiegazione. Sono gratuiti, quanto meno nella versione base, perfettamente funzionante ed eventualmente integrabile con un modesto investimento.

Moltissimi sono gli appassionati dei più famosi programmi, ognuno disposto a giurare sul fatto che il software utilizzato sia il migliore in assoluto, fino a diventare un dogma. Non ci interessano questi eccessi, ciò che importa è la comprensione della bontà del mezzo che vale la pena provare. Scommettiamo che chi lo fa, non distrattamente, non potrà più farne a meno?

Tra i programmi più diffusi, il che ne dimostra la bontà, abbiamo:

  • Evernote il più noto e diffuso, amatissimo, ha letteralmente fatto scuola,
  • Onenote, forse il più ricco di funzioni, integrato alla serie Office di Microsoft,
  • Nozbeil programma -compatibile con molti altri software- che gestisce le nostre note e pure il nostro tempo,
  • Post-it, la trasposizione su schermo dei foglietti gialli che appiccichiamo ovunque per ricordare, informare, sottolineare e così via,
  • Skitch, ottimo software per la cattura delle immagini sullo schermo e la loro annotazione,
  • Bamboo Paper, da usare per scrivere e schizzare come facevamo un tempo con i bloc notes.

Quale preferire e/o preferite?

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial