usiamo Voltura, software gratuito per la voltura catastale

 

L’atto con cui si chiede di cambiare l’intestazione è la voltura, adempimento necessario quando cambiamo casa, ad esempio, e dobbiamo -appunto- volturare le utenze, ma può capitare di doverlo fare pure per la proprietà immobiliare.

In caso di compravendita o donazione ci pensa il notaio ma se siamo in presenza di successioni il privato o il professionista può farlo da se, per questo l’Agenzia Entrate sul proprio sito mette a disposizione un programma gratuito, oltre ai necessari archivi, in modo da consentirci di redigere quanto serve, ottenendo infine il file per l’aggiornamento della banca dati catastale e pure la copia cartacea da consegnare o spedire agli uffici riceventi.

Il software ha lo stesso nome del documento e dell’atto che vogliamo fare -quindi Voltura“- seguito dalla versione. E’ di uso assai facile, salvo che in alcuni casi particolari. In determinate e limitate occasioni è possibile pure l’inoltro telematico da parte di notai e di tecnici. In rete sono facilmente reperibili informazioni assai utili, a cominciare dalla guida, proposta in numerosi siti, per continuare con i forum dei tecnici, vera e propria miniera di informazioni sia sul funzionamento del software che sui contenuti ma anche, non potrebbe che essere così, sull’incrocio tra questi, come -cioè- si utilizza il programma nei vari casi specifici, compresi quelli assai particolari.

Impossibile non sottolineare lo straordinario progresso, per quanto sicuramente perfettibile, apportato dall’alto -istituendo le procedure- ma anche quello concreto, proveniente dal basso -da chi fa concretamente circolare le informazioni, utilissime a chi opera.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial