facciamo il Piano di Sicurezza e Coordinamento

 

 

La sicurezza nei cantieri edili ruota attorno al Piano di Sicurezza e Coordinamento, abbreviato in PSC, documenti che ho avuto modo di redarre.

Si tratta del documento redatto dal Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione, nel quale sono contenute le indicazioni da seguire per evitare l’accadere di incidenti. In tale elaborato sono perciò analizzate dal punto di vista dell’incolumità fisica tutte le problematiche specifiche del cantiere, dagli accessi alla viabilità, dalle zone di lavoro a quelle di stoccaggio, dai servizi per il personale alla gestione delle eventuali emergenze e via dicendo.

Naturalmente il cantiere non può essere considerato in modo statico ma dinamico, prevedendo tutte le fasi dalla recinzione dell’area allo smantellamento, ognuna con le proprie misure per garantire la sicurezza, valutando pure le interferenze tra le lavorazioni. L’esperienza ha, infatti, dimostrato che il più alto grado di pericolo si ha quando squadre diverse operano in contemporanea, creandosi problemi a vicenda, per questo fin dal titolo alla sicurezza è stato affiancato il coordinamento.

Le prescrizioni qui contenute dovranno essere fatte proprie dalle imprese esecutrici e dai lavoratori autonomi, che dovranno redigere il proprio Piano Operativo di Sicurezza, il POS, contenente le valutazioni di dettaglio sul proprio operato.

L’insieme dei due piani dovrebbe descrivere in modo compiuto ogni cosa dovrà avvenire in cantiere, individuando i pericoli e descrivendo il comportamento che ognuno dovrà tenere per evitare che il rischio si tramuti in incidente.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial