facciamo il progetto della nostra casa (e non solo)

 

Il progetto è parte centrale dell’attività di un architetto. O meglio lo dovrebbe essere.

Se da una parte perfino il nome, infatti, richiama l’aspetto della costruzione più che quello del progetto, sul lato opposto, invece, la complessità normativa ha comportato la limitazione di molti gradi di quella libertà di cui un tempo godevano i Progettisti, quelli con la P maiuscola.

Malgrado il ridimensionamento appena descritto, parte del tempo viene dedicato a pensare quale sia il modo migliore per risolvere i problemi che siamo chiamati ad affrontare. Non solo dal punto di vista funzionale.

Problemi che sono di tutti i tipi, piccoli e grandi, importanti e non, richiedenti la soluzione di aspetti determinanti o solo di dettaglio, e si potrebbe continuare a lungo.

Per il motivo appena riportato in questa sezione vengono pubblicati, senza un filo conduttore, alcuni esempi di soluzioni proposte, nei più vari campi.

Senza collegamento, si è scritto, ed è vero ma forse un filo, trasparente più che rosso, potrebbe essere individuato. Non è semplice ma direi che l’atteggiamento, il modo in cui i problemi vengono affrontati ed il modo in cui le soluzioni vengono elaborate hanno più di qualcosa in comune. Non nell’aspetto di quanto progettato, cioè con quello che comunemente un tempo si definiva con il termine stile, ma nell’approccio.

Quali perciò le declinazioni di questo atteggiamento? Queste, ad esempio:

  1. progetti di comunicazione,
  2. progetti di edilizia,
  3. progetti di grafica,
  4. progetti di interni,
  5. progetti di stand fieristici.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial