facciamo il progetto del complemento d'arredo per la nostra casa

 

La progettazione di oggetti prende avvio dalla soluzione di problemi specifici che non possono essere soddisfatti da quanto è già in produzione, e come tale non esclude che a sua volta possa essere fatta oggetto di realizzazione in serie.

Se piove non ci metteremo mica a pensare come proteggerci, magari realizzando un oggetto da porre sopra la testa, leggero per poter essere trasportato, pieghevole, anzi ripiegabile quando non serve, magari con un manico per tenerlo in modo comodo e perché no, con il terminale ricurvo, così non fa male e lo possiamo portare sul braccio?

Non è meglio comperare un ombrello? Soluzione già pronta, con tutte le varianti del caso, ad un problema noto…

Molti dei prodotti che troviamo in vendita non sono così innovativi da giustificarne la progettazione, la produzione e la commercializzazione, non si capisce come si sia ritenuto di poter avere successo.

Nell’immagine si propone un carrellino con funzione di supporto a monitor e lettori video che necessitavano di essere spostati con rapidità e sicurezza nelle varie zone di lavoro, il progetto ha previsto una struttura assai semplice e poco costosa, solida e comoda da utilizzare. Le esigenze soddisfatte sono però tanto particolari da giustificare il progetto di complemento d’arredo e la realizzazione di un piccolo numero di suoi esemplari, non certo quello in grande serie, senza ingrossare il numero dei prodotti inutili.

 

autore: Massimo Meneghin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial