facciamo il progetto della parete attrezzata per la nostra casa

 

I muri sono fredde limitazioni dello spazio, con importanti ruoli strutturali e termici, in un certo senso anche funzionali. Ma oltre a ciò quale uso ne facciamo? Ci appendiamo i quadri ed i pensili della cucina. Non è poco ma possiamo fare di più.

Se non piacciono possiamo applicare il rivestitimento, ed ecco la boiserie, moderna o in stile, come si dice con termini non proprio corretti, e che possiamo annoverare, scontentando più di qualcuno, tra le decorazioni.

C’è chi si comporta diversamente e ridossa alle pareti arredi su misura che per nascondere completamente questi componenti, armadi e librerie, ad esempio.

La terza possibilità è quella di sostituire i muri con arredi a tutta altezza, che possono contenere le parti strutturali e fungere da limite tra un vano e l’altro.

Niente più muri, basta con le strutture fisse, fredde e con impianti immodificabili. Al loro posto arredi leggeri, stretti, modificabili nel tempo in tutte le componenti con facilità, frutto del progetto della parete attrezzata.

Nel caso di cui viene presentato un disegno di studio vediamo che il mobile-parete attrezzata è dotato di varco mentre nella parte opaca è interamente composto da pannelli modulari apribili e ripetuti, per la maggior parte opachi ma pure trasparenti, che coniugano una propria immagine alla notevole capacità contenitiva.

 

autore: Massimo Meneghin

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial