la casa che vorrei è sottosopra

la casa che vorrei è sottosopra

 

La casa che vorrei si chiama ‘ SOTTOSOPRA la casa per la vita’.

E’ un progetto che ho nella mente da quando faccio attività di costruzione.
Oggi propongo edifici a ZERO ENERGIA e a ZERO MANUTENZIONE.
L’idea è di aggiungerci altri valori, come?

Pensando alla nostra vita vediamo che in funzione alla nostra età ci sono esigenze diverse.

A 25/30 anni ti sposi, hai dei figli , c’è bisogno di spazio, 3 camere, doppi servizi, cucina grande, ecc.

A 40/50 ann i figli sono diventati grandi, studiano fuori, iniziano a vivere fuori o a convivere e… la casa sta diventando grande.

A 60/65 anni cominciano ad esserci i primi acciacchi e la casa può non rispondere a certi problemi.

La mia casa ideale oltre che avere delle caratteristiche, ormai raggiungibili in termini di resistenza al SISMA, bassi consumi energetici e zero manutenzioni, vuole proporre dei concetti di adattabilità per l’evolversi della Nostra Vita ed è ‘preparata’ anche per le CRISI ECONOMICHE.

Propongo quindi la mia casa ideale così:

Al piano terra deve avere le camere da letto con i sevizi ma, su una delle camere, occultato sotto il rivestimento predispongo un’attacco per una cucina (costo € 350) , inoltre il divisorio di due delle tre camere lo costruisco sopra il pavimento che è contiguo (costo € 0).

Al piano primo avrà i locali a giorno quali soggiorno, cucina e un altro bagno, però predispongo una morfologia d’impianto elettrico che mi permette di alloggiare una camera matrimoniale (costo € 250).

Predispongo due impianti separati relativi a IDRICO SANITARIO ed ELETTRICO come se dovessi fare due appartamenti separati, che metto in serie nella prima fase (Costo € 500 per elettrico e € 1500 per idraulico).

COSTI SOSTENUTI € 2600 in più del normale (nella costruzione di una casa ci stanno).

FINITO. Ma allora direte e ben…

la casa che vorrei è sottosopra

la casa che vorrei è sottosopra

Vi commento l’uso della mia casa SOTTOSOPRA nella prima fase della mia vita 25/30 anni…
sono giovane e forte posso fare agevolmente le scale, ho un lavoro che mi permette di mantenere una casa grande e salgo le scale agevolmente,  mi godo il mio giardino dall’alto… Gli ambienti a giorno si riscaldano di più sia in estate che in inverno sempre per il rapporto che hanno con il sole , quindi avrò il soggiorno leggermente più caldo d’inverno e anche d’estate ( ma posso ventilarlo o stare con le finestre aperte o mangiare nel terrazzo esterno nei giorni di afa estiva (circa 15-20 giorni all’anno).
Di riscontro al piano terra avrò le camere sempre un po’ più fresco sia in inverno che in estate. Bene d’inverno all’occorrenza mi posso coprire un po’ di più ma d’estate godo di qualche grado in meno anche senza il condizionatore.

Vi commento l’uso della mia casa SOTTOSOPRA nella seconda fase della mia vita 50 anni
Io e mia moglie siamo ancora giovani ma i nostri ragazzi ormai adulti sono a studiare fuori e tornano solo per il fine settimana la casa è bella e ce la godiamo invitando a casa gli amici, la scala esterna è comodissima perché quando arrivano salgono direttamente dal giardino in terrazzo e poi in soggiorno.

Vi commento l’uso della mia casa SOTTOSOPRA nella terza fase della mia vita 65 anni…
Io comincio ad avere qualche acciacco, mi disturba fare le scale , mia mogli dice di avere una casa troppo grande, pensiamo di proporre ad uno dei nostri figli di venire ad abitare con noi, lui vista la crisi accetta.
In 7 giorni ricombiniamo la nostra casa grazie alle predisposizioni fatte all’atto di costruzione, con pochi interventi generiamo due bei appartamenti.
Noi ci teniamo il piano terra e non dobbiamo neanche traslocare la nostra camera che rimane dov’è, togliamo una parete, tra le altre due camere e facciamo un gran salone con angolo cottura.
Sopra la cucina diventa una camera e le scale sono state chiuse ricavando una seconda cameretta.  il soggiorno rimane tale.

Vi commento l’uso della mia casa SOTTOSOPRA nella terza fase della mia vita 75 anni
Io e mia moglie stiamo ancora bene e mio figlio, ripartita l’economia si è comprato una bellissima casa.
Noi affittiamo a turisti o ha persone che anno bisogno di casa per brevi periodi il nostro appartamento al primo piano e arrotondiamo le nostre entrate.
Stiamo pensando di proporre ad una persona di venire a vivere con noi, indipendente con il suo appartamento spazioso per prepararci alla nostra  inevitabile dolce vecchiaia.
Comunque in casi estremi potremmo disporre del valore di due appartamenti separati e commercialmente più appetibili.

la casa che vorrei è sottosopra

la casa che vorrei è sottosopra

la casa che vorrei è sottosopra

 

Guido

[vai alla successiva]

2 pensieri su “La casa che vorrei è sottosopra

  • Marzo 31, 2018 alle 9:52 am
    Permalink

    mi piace molto! Mi ritrovo nella seconda fase, e (mannaggia!) vivo in appartamento, però l’idea è bellissima e magari Guido potrebbe ripensare la sua proposta anche per questa tipologia di abitazione
    Un solo appunto per Massimo: ma non avevi detto che avresti corretto gli errori di ortografia ? (perdonatemi entrambi, ma sapete… sono maestra di scuola primaria ahahahah)

    Rispondi
  • Marzo 31, 2018 alle 4:53 pm
    Permalink

    A mio avviso questo intervento è bellissimo e la soluzione, almeno per me, del tutto nuova. Complimenti all’autore dell’intervento ed all’autore del sito che consente di conoscere tutto questo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial